In Kigali, Ruanda, dal 6 al 13 luglio 2013 è accaduto un avvenimento storico per la Gioventù Francescana del continente africano: il 1° Congresso africano dell’OFS e della Gi.Fra. delle regioni centrali e dell’est (territori di lingua francese). Erano presenti diversi Paesi africani: Repubblica Democratica del Congo; Burundi, Ruanda, Chad, Togo, Madagascar, Repubblica Centroafricana e Mauritius. L’obiettivo di questo congresso era di riflettere sugli elementi essenziali che definiscono l’identità del Francescano (OFS/Gi.Fra/Assistente Spirituale) nella cultura africana, per migliorare la comunicazione tra differenti Francescani (a livello locale, regionale, nazionale, internazionale) e trovare soluzioni al problema linguistico in Africa.

 

 

Rwanda 01 all participants

 

Durante questa settimana, i vari partecipanti hanno condiviso, all’interno delle sessioni plenarie e nei lavori di gruppo (compreso uno particolare per la Gi.Fra), le loro difficoltà, sofferenze, gioie, speranze ed esperienze di vita dentro la Famiglia Francescana nei loro Paesi di provenienza. Questa condivisione ha permesso di arricchirci e di creare legami con gli altri partecipanti.
Ci siamo anche formati su diversi temi come: la fraternità Internazionale, l’assistenza spirituale (a tutti i livelli, ruoli e responsabilità), la Gi.Fra., la Regola e le Costituzioni OFS, la Professione e la nostra responsabilità nel nostro servizio all’interno della famiglia Francescana. Abbiamo anche vissuto un momento speciale nel nostro pellegrinaggio al santuario di Nostra Signora di Kibeho, luogo spirituale in Ruanda, dove abbiamo offerto preghiere per le varie Fraternità dell’Africa e del mondo alla Madre di Dio.

 

Rwanda 04 YouFra

 

Questo Congresso è stato anche utilizzato per presentare il “Progetto Africano” proposto dal CIOFS che mira a stabilire un’animazione ed un sistema coordinamento tra le Fraternità Francescane Secolari del continente Africano e questa idea è stata ben accolta ed approvata dai partecipanti.

E’ trascorso più di un mese da questo congresso ed alcune di questi obiettivi sono stati raggiunti. I nostri fratelli e sorelle dei paesi Africani di lingua francese stanno comunicando e condividendo le notizie della Famiglia Francescana in tutto il  mondo, nonché informazioni e conoscenze attraverso vari mezzi di comunicazione. Siamo uniti tra di noi attraverso la comunione e la preghiera.

 

 

Rwanda 10 YouFra

 

Ciascun delegato è tornado al suo paese per condividere con gli altri Francescani ciò che lui/lei ha ricevuto ed i partecipanti hanno anche messo in pratica ciò che hanno appreso. Questo congresso ha allargato la nostra visione della Famiglia Francescana in tutto il mondo e ci ha mostrato che non siamo soli.


Michat Legrand-Raout
Gi.Fra Mauritius

Lettura quotidiana

Bible
Leggi quotidianamente la potente Parola di Dio per te.