Ordine Francescano Secolare

Ordo Franciscanus Sæcularis

  • Register

nacque a Saludecio nel 1226, secondogenito di papà Felice, del casato dei Ronconi, e di mamma Santa. Rimasto presto orfano, trascorse la sua giovinezza con la famiglia del fratello.

 

Fin da giovane, Amato decise di vivere secondo il vangelo nella genuina spiritualità francescana. Frequentò un piccolo cenobio fondato da San Francesco, situato sul Monte Formosino, tra il Castello di Montegridolfo e Mondaino. Francesco d’Assisi diventò l’ispiratore della sua vita penitente e caritatevole e, per seguirlo più da vicino, scelse di far parte del Terz’Ordine Francescano. Visse con la sorella Chiara nella casa di Monte Orciaro che il fratello maggiore, Girolamo, gli aveva concesso come parte dell’eredità paterna. La sua casa situata lungo la strada che da Rimini, passando per Urbino, portava a Roma, venne trasformata in Ospizio per i molti pellegrini che chiedevano ospitalità. Amato li accoglieva e dava loro ristoro. Dedicò la sua attività al lavoro dei campi da cui trasse il necessario per sostenere l’Ospizio e i poveri. Ancora oggi, questa Istituzione, divenuta Casa di Riposo per anziani, continua a realizzare lo spirito di carità di fratel Amato per poveri e pellegrini. Amato intraprese anche lunghi pellegrinaggi: andò a Roma e quattro volte a Santiago di Compostela.

Il 10 gennaio 1292 fratel Amato si spogliò di ogni suo avere e fece dono di tutti i suoi beni ai Monaci di San Benedetto perché continuassero la sua opera. Si spense nella sua cella l’8 maggio 1292. Fu beatificato da Pio VI il 17 marzo 1776.