Ordine Francescano Secolare

Ordo Franciscanus Sæcularis

  • Register

COMMISSIONE PRESENZA NEL MONDO - PRESIDENZA DEL CIOFS

PROGRAMMA DI FORMAZIONE 2013

Ottobre 2013

Scheda preparata da Mª Lorena Campos U. OFS/ fraternità Vittorio Battaglioni, Pisa (Italia)

 

 

INTRODUZIONE

 

Rispondendo alla sfida di riportare sugli affari temporali la luce del Vangelo, adeguandoli al disegno di Dio sul mondo, “I francescani secolari devono diventare agenti di trasformazione sociale... sensibili alle necessità economiche, nella corresponsabilità e la solidarietà specialmente nei confronti di coloro che soffrono a causa delle strutture ingiuste di una società globalizzata che esclude e sfrutta”. Per fare ciò si bisogna prendere coscienza di una “gestione corretta delle risorse umane e economiche” (Conclusioni del Capitolo Generale dell’OFS 2011).

COMMISSIONE ‘PRESENZA NEL MONDO’ – PRESIDENZA DEL CIOFS

 

 

PROGRAMMA DI FORMAZIONE 2013

Settembre

Scheda preparata da Anna Pia OFS e Attilio Galimberti OFS

A cura di p. Amando Trujillo Cano TOR

 

 

L’OFS E LA CULTURA

1. INTRODUZIONE

Al punto 554 del Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa è scritto che la Cultura deve costituire un campo privilegiato di presenza e di impegno per la Chiesa e per i singoli Cristiani. Questo richiamo ad una presenza attiva nel mondo ci viene fatto anche da alcuni articoli della nostra Regola (art. 14, 15, 17 e 18) ed è allora importante fermarci a riflettere su questo tema che talvolta è frainteso. Molto spesso infatti si pensa che fare Cultura non abbia nulla a che fare con la scelta dell’impegno Cristiano o, nel nostro specifico, Francescano Secolare. Non è così. Fare cultura significa infatti portare al mondo e testimoniare i valori e i fondamenti del proprio modo di essere, della propria spiritualità.

Questa scheda, che è necessariamente limitata e che non può coprire un tema così vasto, è un invito alle fraternità, ma anche a ciascuno di noi, ad affrontare questa sfida, ad approfondirne i contenuti e ad agire di conseguenza dando testimonianza coerente delle proprie scelte.  Ma per fare questo occorre entrare in dialogo con gli altri ed essere preparati al confronto. Ci auguriamo che i contenuti che vi presentiamo vi possano essere utili per avviare un tale processo.

COMMISSIONE ‘PRESENZA NEL MONDO’ – PRESIDENZA DEL CIOFS

PROGRAMMA DI FORMAZIONE 2013

Maggio

Scheda preparata da Ana María Olmedo OFS – A cura di Fr. Amando Trujillo C. TOR Traduzione da Elisabetta Piatti di Giovine

 

LA CRISI ALIMENTARE E L’ECONOMIA VERDE – LA SALVAGUARDIA DEL CREATO 

 

INTRODUZIONE

              Gli ultimi avvenimenti mondiali, che dobbiamo interpretare come segno dei tempi, fanno sì che al giorno d’oggi noi, francescani e francescane secolari, ci sentiamo coinvolti ed interpellati e ci indicano che è giunto il momento di rivedere il nostro stile di vita personale e di come viviamo la nostra spiritualità francescana. Uno dei temi più presenti nel vissuto francescano è il rispetto per la natura. Perciò sorge la domanda: stiamo davvero vivendo gli stessi sentimenti e gli stessi comportamenti di Francesco riguardo alla salvaguardia del creato? Vogliamo iniziare con questa provocazione per creare insieme in noi un impegno maggiore verso gli atteggiamenti e le azioni ecologiste che possono segnare la differenza all’interno dei nostri ambienti. Salvaguardare il creato non significa soltanto ammirare la natura in sè, ma anche rispettare e vivere la fratellanza universale, nella quale l’essere umano, pienamente realizzato, possa avvicinarsi già da ora alla presenza di Cristo stesso, dal quale fu creato, da cui tutto proviene e a cui tutto ritorna. 

COMMISSIONE ‘PRESENZA NEL MONDO’ – PRESIDENZA DEL CIOFS

PROGRAMMA DI FORMAZIONE 2013

Giugno

Scheda preparata da Lovro Sučić OFS

A cura di Fr. Amando Trujillo Cano TOR – Traduzione da Attilio Galimberti OFS

 

   

COSTRUTTORI DI PACE IN UN MONDO DI VIOLENZA – IL DIALOGO INTERRELIGIOSO 

1.       INTRODUZIONE

                Se per tutti i fedeli laici la presenza nel mondo è un imperativo, ancora maggiore per noi, francescani secolari, è la responsabilità di essere guida per coloro che vogliono costruire la pace nel mondo, e questo per il carisma vissuto da Francesco, del quale noi pretendiamo essere gli eredi. Essere costruttori di un mondo più fraterno, del quale la fraternità universale costituisce l’ideale, ideale che talvolta è messo in dubbio persino da alcuni membri della stessa Chiesa cattolica, e non ha per noi alternative. Si tratta di una missione che ci è stata affidata dalla Chiesa, come è espresso dalla nostra Regola (art. 14 e 19) ma che si deve realizzare insieme a « tutti gli uomini di buona volontà » e in collaborazione «con i movimenti che promuovono la fratellanza tra i popoli » (CC.GG., art. 18).

 

COMMISSIONE ‘PRESENZA NEL MONDO’ – PRESIDENZA DEL CIOFS
PROGRAMMA DI FORMAZIONE 2013

Aprile
Scheda preparata da Francesca Restivo – Franciscans International
Collaboratori: Attilio Galimberti OFS e Fr. Amando Trujillo Cano TOR

 

 

 

Diritti Umani e Responsabilità

Introduzione

Proseguendo nel nostro cammino di formazione a una presenza attiva nel mondo, incontriamo ora un documento che possiamo definire come un pilastro e una visione profetica della struttura della società globalizzata, così come si ritrova nella Carta Costitutiva dell'Organizzazione delle Nazioni Unite. Ci riferiamo alla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) che dopo la sua proclamazione è entrata nel linguaggio comune di tutti gli Stati membri come riferimento fondamentale. Crediamo sia comunque importante ricordare che alcuni paesi che hanno visioni della società che si discostano da quelle occidentali, pur riconoscendo alla Dichiarazione Universale valore fondamentale, hanno proclamato una loro dichiarazione che ha i suoi riferimenti ai testi religiosi ispiratori della loro società. Nella nostra scheda ci riferiremo alla DUDU così come deliberata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.