Ordine Francescano Secolare

Ordo Franciscanus Sæcularis

  • Register

K O I N Ō N I A
...insieme nel cammino

CONFERENZA DEGLI ASSISTENTI SPIRITUALI GENERALI OFS-GIFRA

2016-4                                                                                                    Anno 23                                                                                                     n. 92

 

DOC 

  1. Introduzione

Alla fine del nostro percorso sul tema principale di: La Misericordia: Grazie trasformante e missione, dedichiamo questo numero al tema del’OFS e le opere di misericordia oggi. Le opere di misericordia corporale: dare da mangiare agli affamati, dare da bere agli assetati, vestire gli ignudi, accogliere i forestieri, assistere gli ammalati, visitare i carcerati, seppellire i morti; e le opere di misericordia spirituali: consiliare i dubbiosi, insegnare agli ignoranti, ammonire i peccatori, consolare gli afflitti, perdonare le offese, sopportare le persone moleste, pregare Dio per i vivi e per i morti,   sono fondate sul Vangelo e stabilite dal Catechismo della Chiesa. Vogliamo considerare in primo tempo, la novità dell’attuale legislazione OFS riguardo alle opere di misericordia. In un secondo memento, considereremo le opere di misericordia corporale e quindi le opere di misericordia spirituale nell’attuale legislazione OFS.

  1. La novità dell’attuale Regola OFS

La Regola OFS, approvato dal Beato  Papa Paolo VI con la Lettera Apostolica Seraphicus Patriarca del 24 giugno 1978 è profondamente segnata dalla riforma introdotta nella Chiesa  dal Concilio Vaticano II. La presente Regola “Adatta l’Ordine Francescano Secolare alle esigenze ed attese della santa Chiesa nelle mutate condizioni dei tempi.”[1] È  una applicazione concreta dell’insegnamento del Concilio riguardo specialemente alla chiamata universale alla santità (cf. LG 5); e al posto speciale che occupano i laici nella vita e nella missione della Chiesa (LG 4). Un elemento rivoluzionario che si nota subito guardando insieme la Regola del 1978 e quelle precedenti dei Terziari Francescani, è la centralità di Cristo e del Vangelo. Ripartire da Cristo e dal Vangelo nella sua semplicità come l’ha fatto appunto san Francesco d’Assisi è la via sicura per l’aggiornamento della Chiesa lanciato dal Concilio.

Il primo articolo della Regola Antiqua detta Memoriale Propositi è la seguente: “Gli uomini che faranno parte di questa fraternità si vestiranno di panno umile non colorato, che non superi il presso di sei soldi ravennati al braccio, a meno che …[2]. Quindi, l’attenzione fu posta subito all’esteriorità dei membri; la stessa cosa riguardo all’astinenza, al digiuno, al modo di pregare, ai sacramenti,  alla visita agli ammalati, ai funerali dei membri etc. tutto è normativa. Nella Regola di Paolo VI, invece, le norme spariscono.  “La regola e la vita dei francescani secolari è questa: osservare il vangelo di nostro Signore Gesù Cristo secondo l’esempio di S. Francesco d’Assisi, il quale del Cristo fece l’ispiratore e il centro della sua vita con Dio e con gli uomini.”[3] Come principio, la Regola OFS non mette una seria di pratiche esterne devozionali o caritative da compiere ma il Vangelo e la persona di Gesù Cristo da osservare. In effetti, l’umanità non può salvarsi anche facendo tutto il bene che può. La salvezza è donata gratuitamente da Dio in Gesù Cristo.  “Gesù Cristo è il volto della misericordia del Padre[4]. Quando uno accoglie Gesù Cristo come suo Signore e Salvatore e si lascia guidare dal Suo Spirito, le opere di misericordia sono come frutti di un  albero buono (cf. Mt. 7,17); il buon vino che trabocca necessariamente da un vaso pieno. Senza questa signoria di Gesù nel cuore dell’uomo, à causa della perversità del cuore dell’uomo, queste opere esteriormente buone possono facilmente diventare una perversione della stessa carità che pretendono esprimere. Graham Hancock denuncia aspramente quello che chiama le industrie della carità che infine peggiora la miseria dei miseri e accresce la richezza dei richi;[5]  una corruzione della bontà e del Vangelo.

Le Costituzioni Generali affermano ancora di modo più chiaro questa centralità di Cristo:  “La spiritualità del francescano secolare è un progetto di vita incentrato sulla persona di Cristo e sulla sua sequela piuttosto che un programma dettagliato da mettere in pratica.”[6] Questa non significa dare meno importanza alle opere di misericordia, ma vegliare che il Salvatore non vien traslasciato in un impegno di beneficienza che da solo non può salvare il mondo. La Regola invita percio i Francescani à una conversione continua, a una penitenza quotidiana, senza precisare la forma o la natura. È nel cuore e nella Chiesa che si realizza questa conversione e le opere di misericordia sono frutti della conversione: “pulisci prima l' interno della coppa e poi anche l' esterno di essa sarà pulito” (Matt 23:26).

  1. “Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare” (Mt 25,35)

             OFS  e le opere di misericordia corporali

La predicazione di Gesù ci presenta queste opere di misericordia

 perché possiamo capire se viviamo o no come suoi discepoli.”[7]

La vita in Fraternità in un Ordine universale come l’OFS permette di realizzare opere collettive che sono sempre più grandi della somma di opere che possono fare un singolo membro. La Regola OFS stabilisce che: “Per le spese occorrenti alla vita della Fraternità e per quelle necessarie alle opere di culto, di apostolato e di carità, tutti i fratelli e le sorelle offrano un contributo commisurato alle proprie possibilità.”[8]  La carità è intesa sia all’interno che all’esterno della stessa Fraternità. Un’articolo della  Prima Regola chiarisce per noi questo punto: “E ognuno versi all’economo un denaro comune. L’economo stesso li (= denari) raccolga e, con il parer dei Ministri, li distribuisca tra i fratelli e le sorelle in povertà e specialmente tra gli infermi e quelli che non potrebbero avere le dovute onoranze funebri, infine tra gli atri poveri; e offrano parte di tale denaro alla stessa Chiesa.”[9] In effetti, una fraternità che corre in soccorso di altre persone di fuori mentre i propri membri mancano il necessario per la vita, si contradisce e corre il rischio di scandalizzare quelli che doveva evangelizzare; “Da questo riconosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri.” (Gv 13,35). Il segno distintivo di una comunità ecclesiale è l’amore vicendevole. “La fraternità locale ha bisogno di essere canonicamente eretta, e così diventa la cellula prima di tutto l’Ordine e un segno visibile della Chiesa, comunità di amore.”[10] La carità nella verità ha sempre delle priorità. In questi tempi in cui Papa Francesco, con i suoi insegnamenti e i suoi esempi, chiama tutti  ad avere attenzione verso gli ultimi,  la chiamata è quanto più forte per ogni communità ecclesiale e ancora di più per i Francescani. Papa Benedetto XVI insegnava già che ogni società che non ha cura dei suoi poveri è una società cattiva e disumana. Senza limitare gli orizonti della sua carità, ma perché i mezzi sono sempre limitati, la Fraternità OFS ha l’obligo di prendersi cura anzitutto dei propri membri bisognosi.

Alcuni esigenze dalle Constituzioni Generali OFS a proposito: I Francescani Secolari …

  • Devono approfondire i veri fondamenti della fraternità universale e creare ovunque spirito di accoglieza e atmosfera di fratellanza. Si impegnino con fermezza contro ogni forma di sfruttamento, di discriminazione e di emarginazione e contro ogni atteggiamento di indifferenza verso gli altri.
  • collaborino con i movimenti che promuovono la fratellanza tra i popoli: si impegnino a “creare condizioni di vita degne” per tutti e ad operare per la libertà di ogni popolo.
  • … promuovano attivamente iniziative a salvaguardia del creato, collaborando agli sforzi per evitare l’inquinamento e il degrado della natura e per creare condizioni di vita e di ambiente che non siano di minaccia all’uomo.[11]

III. “Vedendo le folle, ne sentì compassione” (Mt. 9,36)

           L’OFS e le opere di misericordia spirituale

Tra le opere di misericordia spirituale, vogliamo considerare qui solo l’amonire i peccatori. Un peccatore è di fatto un cieco che corre verso la propria rovina e quella di altri che trascina dietro di se. Perciò, ammonirlo è un grande atto d’amore, una  responsabilità grave per il profeta:Quando dico all' empio: "Empio, devi morire", se tu non parli per ridestare l' empio dalla sua condotta, egli, l' empio, morrà per sua colpa; ma del suo sangue chiederò conto a te” (Ez 33,8).   Il silenzio è complice. In questi giorni profondamente segnati dal relativismo e dell’individualismo, ci vuole un amore più grande un più maggiore corraggio per ammonire chi è nell’errore.

La seconda parte dell’esortazione di San Francesco ai fratelli e alle sorelle della penitenza conosciuta anche come Lettera ai fedeli,  che costituisce il prologo ufficiale dell’attuale Regola è una forte ammonizione ai peccatori: “Tutti quelli e quelle, che non fanno penitenza, e non ricevono il corpo ed il sangue del nostro Signore Gesù Cristo, e vivono nei vizi e peccati …”. Molti oggi non avranno il corragio di dire queste parole davanti a una audienza, ma tutti possono divulgarle su foglietti, per esempio. Per i Francescani Secolare a cui la Regola è data dalla Chiesa, divulgare la stessa Regola con questa scritta di San Francesco è un modo di partecipare all’opera del serafico Padre san Francesco che voleva tanto mandare tutti in Paradiso. Ammonire una persona che vive nel peccato è cercare un più grande bene non solo per l’individuo ma anche per la società. San  Francesco che sapeva spesso scrivere queste parole sull’impulso dello Spirito Santo solito concedeva la sua benedizione a quelli che le faccevano pervenire a molti: “E tutti quelli e quelle che con benevolenza le accoglieranno e le comprenderanno e ne invieranno copie ad altri, se in esse persevereranno fino alla fine, li benedica il Padre e il Figlio e lo Spirito Santo.”[12] 

In guisa di Conclusione; Una Misericordia alle dimensioni universali

 In 2016, L’OFS ha tra 250-300,000 membri sparsi in 116 paesi nel mondo, tra cui 79 fratenità nazionali costituite. L’unità dell’Ordine permette ad ogni membro e ad ogni fraternità OFS di praticare le opere di misericordia a livello mondiale.  Così, da 2009, la Presidenza CIOFS ha potuto mandare una delegazione per consolare i fratelli e le sorelle colpiti dal terremoto in Haiti. Di seguito ha portato avanti il progetto Haiti dando il contributo di tutto l’OFS  per l’aiuto dei bisognosi in quel paese. Le Fraternità a diversi livelli,  realizzano diversi iniziative di opere di misericordia. La carità visuta in fraternità a diversi livelli si chiama anche solidarietà e la pratica della solidarietà all’interno dell’Ordine ha permesso la realizzazione di molti progetti a favore dei bisognosi nel mondo. Infine, è sempre più nobile prevenire che guarire. Quindi, è più nobile prevenire la miseria che curarla. Per l’Ordine Francescano Secolare, promuovere la fratellanza universale, la giustizia e la pace, è sono delle vie nobili che l’attuale legislazione propone ai membri per prevenire la miseria.

NOTIZIE – CAPITOLI – VISITE – RIUNIONI

Croazia – Capitolo nazionale elettivo

Il capitolo nazionale elettivo dell’OFS in Croazia è stato celebrato dal 7 al 9 ottobre 2016 presso il Centro Francescano Tabor - in Samobor. Il Capitolo è stato presieduto dal Ministro Generale Tibor Kauser e da Fr. José Antonio Cruz Duarte OFM, Assistente Generale dell’OFS a nome della CAS. In uno spirito di preghiera, fraternità, servizio e accoglienza hanno partecipato 51 fratelli; tra loro 32 capitolari con diritto di voto. Erano presenti i 3 assistenti nazionali dell’OFS e diversi assistenti regionali dell’OFS e della Gifra. Il 7, Fr. José Antonio Cruz Duarte OFM ha tenuto la riflessione “Vivere la misericordia in fraternità”. L’8, Tibor Kauser ha tenuto la conferenza “Come devono essere gestito l’OFS, applicazione pratica”. Branka Černugelj è stata eletta Ministro nazionale, Vladimir Rosančić è stato eletto Consigliere Internazionale e Samanta Jadreško Consigliere Internazionale sostituto. La Messa di insediamento è stata celebrata dopo l’elezione nella Chiesa dell’Assunzione della Beata Vergine Maria presso il convento francescano di Samobor.

Francia – Capitolo nazionale elettivo

Il capitolo nazionale elettivo dell’OFS-Francia è stato tenuto il 8-9 ottobre 2016 a Bernay-en-Champagne. Sono stati presenti delegati di 22 Regioni, 8 Assistenti Regionali e alcune osservatori. Il capitolo fu presieduto da Attilio Galimberti, Consigliere della Presidenza delegato da Tibor Kauser, Ministro Generale OFS, assistito da Fr. Eric Bidot  OFMCap Ministro Provinciale della Francia, delegato dalla CAS. Tutto il lavoro è stato svolto in un clima tipicamente francescano di gioia, di semplicità e di fraternità. Secondo Fr. Eric Bidot, è stato un capitolo di transizione anche se questa dovrebbe durare ancora alcuni anni. Tutto il Consiglio nazionale  è stato rieletto. Ministra e Consigliere internazionale: Chantal Auvray; Vice-ministra e Consigliere internazionale sostituto:  Claire Déchenaux.

Roma, Seraphicum – Presidenza CIOFS

Il secondo incontro della Presidenza del CIOFS per l’anno 2016 si è tenuto a Roma presso il Collegio Seraphicum dal 15 al 22 ottobre come previsto nella programmazione. È stato una settimana di lavoro intenso, di ascolto, di condivisione, di discussione, di confronto, ma anche di preghiera per i membri della Presidenza. La sera di sabato 15, i membri hanno condiviso una serata fraterna e una cena con il Consiglio nazionale dell’OFS Italia nella sede nazionale in via delle Mura Aurelia, 9. Martedi 18, è stato fatta una visita guidata nelle scavi del Vaticano.

Tra le decisioni presi durante questa Presidenza, si nota:

  • Il tema del Capitolo Generale: "Come tu mi hai mandato nel mondo, anch'io li ho mandati nel mondo. (Gv 17,18) "; sottotitolo: Animare e Guidare l'OFS nel mondo di oggi.
  • Invitati dalla Presidenza al Capitolo Generale 2017:
  • La Fraternità emergente di Malesia-Singapore si divide in due: La Fraternità nazionale emergente di Malesia e la Fraternità nazionale emergente di Singapore a decorrere da maggio 2017.
  • Il numero dei consiglieri internazionali Gifra sarà sei;
  • La Presidenza approva che la prossima elezione dei consiglieri internazionali Gifra e dei rispettivi sostituti sia via email.

Tanzania Capitolo elettivo

Il capitolo nazionale elettivo dell'OFS-Tanzania è stato tenuto dal 26 al 30 ottobre 2016 al Convento San Damiano dei Frati Cappuccini di Msimbazi – Dar es Salaam. Fu presieduto da Michel Janian, Consigliere di Presidenza delegato da Tibor Kauser Ministro General OFS. Egli fu assistito da Fr. Felician Kavishe, OFMCap., Delegato dalla CAS. Lucia Nambuo fu eletta Ministro nazionale e Felix Mosha fu eletto Consigliere Internazionale.  La Messa di apertura et quella della chiusura furono presiedute da Fr. Sergi Tarimo OFMCap. Durante  Messa di chiusura, sabato 29, Michel ha insediato il Consiglio neo-eletto. L'atmosfera durante il capitolo era fraterna, calma e trasparente.

Canada – Visita Fraterna e Pastorale

Alla richiesta del Consiglio nazionale, Le visite Fraterna e Pastorale al Consiglio Nazionale dell'OFS-Canada sono state fatte contemporaneamente  rispettivamente da Tibor Kauser, Ministro Generale OFS, e Fr. Francis Bongajum Dor, OFMCap. Assistente Spirituale Generale dal 27 al 28 ottobre presso il Centro Spirituale delle Ursuline in Loretteville, Québec. Questo immediatamente fu seguito il 29 et 30 ottobre da un Capitolo nazionale spirituale. Presente quest’appuntamento fraterno erano presenti 9 membri del Consiglio nazionale con due Assistenti Spirituali nazionali. In settembre 2016, secondo il rapporto demografico sottoposto in preparazione per la visita,  la fraternità nazionale OFS del Canada ha 12 regioni (3 Anglofone e 9 Francofone). Non hanno ancora una sede nazionale. Gli archivi sono tenuti nel convento dei Frati OFM in Montreal. I visitatori hanno avuto tempo sufficiente per ascoltare in privato imembri del Consiglio e quindi incontrare  il Consiglio  riunito.  I Visitatori accompagnati da Gilles Métivier, Ministro nazionale, e Fr. André Chicoine OFMCap. Assistente Spirituale  nazionale,  hanno fatto una visita a Sua Eminenza Gérald Cyprien Lacroix Cardinale, vescovo di Québec. Fr. Marc Le Goanvec,  Ministro Provinciale dei Frati OFM,  ha fatto una visita ai Capitolari. I Visitatori hanno poi apprezzare l’impegno con cui il Consiglio serve la fraternità nazionale con un grande desiderio di lavorare insieme nonostante le sfide poste dalle due lingue ufficiali. La tesoriera eletta, Leonarda Macneil, ha deciso di finire il suo servizio alla fraternità nazionale alla fine dell'anno in corso a causa delle esigenze del suo lavoro.

Kotagiri, India – Capitolo nazionale

Il capitolo nazionale dell’OFS dell’India si è svolto dal 27 al 29 ottobre, 2016, nella casa di ritiro dei Cappuccini, a Kotagiri, nel distretto di Nilgiri, Ooty, Tamil Nadu. Erano presenti un’ottantina di persone tra capitolari, 15 assistenti spirituali, 10 osservatori e altri invitati, oltre ad AugustineYoon, Consigliere della Presidenza e delegato del Ministro generale, Tibor Kauser, e Fr. Amando Trujillo Cano, TOR, Assistente generale OFS-YouFra, a nome della CAS. La mattina del 27, prima del capitolo, c’è stato un incontro del consiglio nazionale alla fine di cui sono stati invitati Augustine and Fr. Amando per parlare sulla contribuzione finanziaria della Fraternità nazionale dell’India alla Presidenza del CIOFS. Per l’apertura del capitolo era presente S.E.R. Dr. A. Amalraj, vescovo della diocesi di Ootacamund, oltre a un provinciale e un Vice-Provinciale OFMCap. La prima parte del Capitolo ha compresso varie cerimonie e discorsi, seguiti dalle relazioni dei Consiglieri e il Ministro nazionali e dalle presentazione da parte di Augustine e Fr. Amando. Si è discusso anche il tema degli ammendamenti agli Statuti nazionali e il percorso per la sua approvazione da parte della Presidenza del CIOFS. Nel pomeriggio del secondo giorno è stata effettuata una visita a un giardino botanico e alla casa del noviziato dei frati OFMConv. Siccome non c’erano condizioni favorevoli per lo svolgimento del capitolo elettivo, Augustine ha nominato, dopo una consultazione privata, un Ministro e un Consiglio nazionali provvisori con il compito di organizzare un capitolo elettivo entro un anno e lavorare per la riconciliazione tra i membri dell’OFS. Ambedue membri della Presidenza, Augustine e Fr. Amando, sono riconoscenti per l’assistenza e aiuto offertoli dai due Assistenti spirituali nazionali, Fr. SaviourKaramveril, OFMConv, presidente di turno della loro conferenza, e Fr. Marion Pulichamakil, TOR, e per l’ospitalità fraterna da parte dei frati del TOR e dell’OFMConv.

USA, Orlando, FA – Visita Fraterna e Pastorale

Le VFP al Consiglio Nazionale Esecutivo (NEC) dell’OFS Stati Uniti furono condotte  da Chelito Nuñez, OFS-Vice Ministra General, e Fr Francis Bongajum Dor, OFMCap. Assistente Generale dal 31 ottobre al 6 novembre 2016 presso il Centro di ritiro San Pedro in Orlando- Florida, sull’invito del  Consiglio Nazionale  Esecutivo (NEC). I primi due giorni della visita furono dedicati al NEC. Secondo la recente statistica, la Fraternità nazionale degli Stati Uniti ha 12,224 membri Professi e 1076 candidati. Ci sono 30 Fraternità Regionali e 625 Fraternità Locali di cui 131 sono senza Assistenti Spirituali Locali. Il NEC è composto di 8 membri eletti e il presidente di turno della CNSA. Dopo un primo incontro introduttivo,  I due visitatori hanno ascoltato singolarmente quasi tutti i membri del NEC. Ministri regionali e Delegati da tutte  e 30 regioni erano presenti, inclusi gli invitati da Guam e dalle  Isole Vergini. Tre Assistenti Spirituali Nazionali erano presenti durante tutto il capitolo, Br. Robert Brady, OFM (presidente di turno del CNSA); Fr. Christopher Panagoplos, TOR; Br. Alessandro Escalera, OFMCap. Il Vescovo della Diocesi di Orlando, Mgr  John Gerard Noonan onorò l'invito del Consiglio per presiedere la Messa di apertura il 1 novembre. Questa è stata una opportunità per i visitatori di fare scambi con il Prelato per gli interessi dell’OFS.

Durante la visita, Chelito prese il tempo necessario per verificare i libri e quindi firmare quelli che venivano firmati. Le VFP furono  grande momento di confronto e di lavoro in uno spirito fraterno e di  preghiera. La  Messa di chiusura, fu presieduto  da Fr Francis Dor, OFMCap. il sabato 5 novembre.

Papua Nuova Guinea – Capitolo nazionale elettivo

Il capitolo nazionale elettivo dell’OFS in Papua Nuova Guinea è stato celebrato dal 1 al 6 novembre 2016 presso la Parrocchia “St. Michael” in Lae City. Il Capitolo è stato presieduto da Augustine Young membro della Presidenza CIOFS, delegato del Ministro Generale Tibor Kauser. Come testimone della comunione con la famiglia francescana è stato presente Fr. Joe Quentaip OFM, delegato della CAS. In uno spirito di appartenenza alla medesima famiglia, preghiera, fraternità, servizio e accoglienza hanno partecipato 20 capitolari e 13 osservatori. Era presente l’Assistente nazionale dell’OFS: Fr. Edward Meli OFM. Erwin Maritua è stato eletto Ministro nazionale, Sabina Masiri è stata eletta Consigliere Internazionale e Joel Masiri Consigliere Internazionale sostituto. La Messa di insediamento è stata presieduta da Fr. Joe Quentaip OFM.

Uruguay – Capitolo nazionale elettivo

Il Capitolo Nazionale elettivo dell’OFS in Uruguay si è svolto dal 4 al 6 novembre 2016. Il capitolo fu presieduto da Silvia Diana, Consigliere della Presidenza, delegata da Tibor Kauser, Ministro Generale OFS, assistita in questo servizio da Fr. Dorvalino Fassini OFM, Delegato dalla CAS, che ha tenuto la conferenza “Essere francescano secolare – Nostra sfida oggi”. Il capitolo si è svolto in un’atmosfera di preghiera, lavoro, riflessione, dialogo e gioia francescana. Il sabato è stato il giorno delle elezioni. Fabrizio Martinez Dibarboure è stato eletto Ministro nazionale, Raul Giudice è stato eletto Vice Ministro. La Messa di insediamento è stata presieduta da Fr. Dorvalino Fassini OFM.

Albania – Capitolo nazionale elettivo

Il Capitolo nazionale dell’OFS dell’Albania ha avuto luogo il 12 novembre, preso il Convento San Francesco d’Assisi degli OFM, a Scutari. Il Capitolo è stato presieduto da Ana Fruk, Consigliere della Presidenza, delegata da Tibor Kauser, Ministro Generale OFS, accompagnata da Fr. José Antonio Cruz Duarte OFM, Assistente generale OFS-GiFra. Hanno partecipato 22 capitolari e 15 altri fratelli. Erano presenti l’Assistente nazionale dell’OFS, Fr. Vladimir Mamala OFM. Ha partecipato in diverse modalità e tempi il Custode, Fr. Aurel Gjerkaj OFM. I capitolari erano molto contenti perché prima del Capitolo c’è stata una visita pastorale; Fr. José Antonio Cruz Duarte OFM, Assistente generale OFS-GiFra, ha visitato le quattro fraternità dell’Albania, 3 sono costituite e una è emergente. Il capitolo si è svolto in un’atmosfera di preghiera, lavoro, riflessione, dialogo e gioia francescana. È stata eletta Ministra nazionale Florinda Sterkai e Paulin Ndreka Vice-ministro nazionale. Per la prima volta hanno fatto l’elezione di un Consigliere internazionale; è stato eletto Lazer Gega. La Messa di insediamento è stata presieduta da Fr. Aurel Gjerkaj OFM.

Libano Capitolo

Il capitolo elettivo e Nazionale dell'OFS-Libano è stato tenuto presso il Centro Maison Saint François di Kbannaya - Jal el Dib, il 19 e 20 novembre 2016. I partecipanti  a questo capitolo inclusero 129 elettori dai 155 invitati,  3 Assistenti Spirituali nazionali (compreso l’Assistente Nazionale uscente,  Fr. Nidal, OFMCap.), l'Assistente Spirituale nazionale per la GiFra, Fr. Raymond, il Superiore Maggiore dei Frati Cappuccini del Medio Oriente, Fr. Tanios Rizk ed alcuni osservatori. Il capitolo fu presieduto da Attilio Galimberti, OFS delegato del Ministro General Tibor Kauser, assistito da Fr. Francis Bongajum Dor, OFMCap.  La mattina del 19, i Visitatori ed alcuni membri del Consiglio Nazionale fecero una Visita al Vicario Apostolico di Rito latino, Mgr Cesare Esseyan OFMConv. Seguì in serata la Messa di apertura presieduta da Fr. Tony Chekri, OFM. Questa fu seguita da un saluto dai visitatori, e poi dalle relazioni degli Assistenti Spirituali e del Ministro nazionale uscente e quindi del lavoro di gruppo. Nelle elezioni fatte il 20 novembre,  Joseph El Turk  è stato  eletto Ministro nazionale e Consigliere Internazionale,  Marise Chami, Consigliere internazionale a posto di Michel Janian attualmente Membro della Presidenza CIOFS. Gina Chedid è stata eletta Consigliere Internazionale Sostituto.  Mgr  Cesare Esseyan ha presieduto la Messa di chiusura alla fine della quale il Consiglio neo-eletto è stato insediato da Attilio. L'atmosfera al capitolo era molto fraterna e i lavori  si sono svolti nei tempi stabiliti.

L’Avana, Cuba – Visite fraterna e pastorale

Le visite fraterna e pastorale (VFP) al Consiglio nazionale dell’OFS di Cuba sono state condotte da Ana Maria Raffo Laos, Consigliere della Presidenza e delegata dal Ministro general OFS, Tibor Kauser, e da Fr. Amando Trujillo Cano, TOR, nei giorni 24 al 28 novembre, 2016, a L’Avana. I visitatori si sono alloggiati dai frati Cappuccini presso la Chiesa-Convento del “Cristo de Limpias” nel quartiere di L’Avana vecchia. La maggior parte degli incontri si sono svolti presso la Chiesa di San Francesco, nel centro storico della città, gestita dai frati OFMConv. I visitatori hanno avuto diversi incontri con il Ministro e i Consiglieri nazionali insieme e poi individualmente, oltre a un incontro con rappresentanti di alcune fraternità locali, una giovane francescana e con due delegati dei superiori maggiori Fr. Frank Miki, OFM e Fr. Silvano Castelli, OFMConv. Il programma delle VFP ha anche compresso una visita all’arcivescovo di L’Avana, S.E.R. Juan de la Caridad Garcia, e un’altra al Nunzio Apostolico di Cuba, S.E.R., Giorgio Lingua. Dopo di aver dialogato con i fratelli e le sorelle presenti negli incontri, e dopo di aver preso visione dei registri e degli atti, i visitatori hanno concluso le VFP presentando delle osservazioni e raccomandazioni concrete.  Ana Maria e Fr. Amando sono molto riconoscenti per l’accoglienza fraterna dei francescani secolari e dei frati che li hanno ospitati e assistiti per raggiungere gli obiettivi delle VFP.

Nigeria – Capitolo nazionale elettivo

La Fraternità Nazionale dell'OFS-Nigeria è una delle Fraternità nazionali emergenti. A novembre 2016, hanno 115 membri  professi in sette Fraternità locali canonicamente erette. L'assistenza spirituale e Pastorale è data solo dai Frati Cappuccini. Sono ad oggi gli unici Frati Minori presenti sul territorio nazionale. Il terzo capitolo Nazionale elettivo è stato fatto pressi il Convento dei Cappuccini di Olunde-Ibandan, il 25 e 26 novembre 2016. Hanno partecipato  a questo capitolo 15 elettori dei 19 invitati, molti Osservatori ed tre Assistenti Spirituali. Il capitolo fu presieduto da Genesi Ngwainbi OFS Ministro Nazionale del Camerun, delegato dal Ministro General OFS, Tibor Kauser,  assistito da Fr. Francis Bongajum Dor, OFMCap. Prima della sessione elettiva del 26, i partecipanti hanno avuto una conferenza dal nuovo Assistente Spirituale nazionale Fr. Anthony Essien, OFMCap sul tema del Capitolo: Diffondere il vangelo in carità come francescani secolari. Lo stesso Frate ha presieduto la Massa di apertura in serata del giorno precedente. Alle elezioni fatte il giorno 26 novembre, Obibuzor Jude Uche fu eletto Ministro nazionale e Consigliere internazionale per un secondo mandato mentre Michael E. Edem fu rieletto come Viceministro Nazionale e Sostituto di Consigliere Internazionale. L'atmosfera al capitolo era molto fraterno ed il lavoro è stato fatto in uno spirito di rispetto e di  fede. Nel pomeriggio del  26 novembre,  Il Consiglio neo-eletto fu installato da Genesis Ngwainbi durante la Messa di chiusura presieduta da Fr. Francis Bongajum Dor, OFMCAP.